mercoledì 11 giugno 2014

CURIOSITA' MONDIALI (2° parte)

Seconda parte delle curiosità mondiali, dopo le emozioni della Coppa Rimet, diamo uno sguardo oggi alle partite più significative della Coppa del Mondo.
Partiremo dai mondiali tedeschi del 1974 fino ad arrivare alle notti magiche del 1990.




GERMANIA 1974

Germania Est-Germania Ovest 1-0 (gironi): partita unica e storica tra le due Germanie, vincono gli orientali grazie alla rete di Sparwasser al 77°, entrambe accederanno alla fase successiva.



Brasile-Jugoslavia 0-0 (gironi): i campioni del mondo aprono il mondiale con uno scialbo pareggio contro gli jugoslavi.
Jugoslavia-Zaire 9-0 (gironi): contro la Scozia erano solamente 2, con il Brasile 3 ma la Jugoslavia annienta gli zairesi alla loro prima esperienza mondiale.
Zaire-Brasile 0-3 (gironi): partita quasi scontata, l'episodio più curioso è quello del difensore Ilunga Mwepu che durante una punizione per il Brasile, esce dalla barriera e calcia il pallone.



Olanda-Bulgaria 4-1 (gironi): i forti olandesi con il loro calcio totale, conquistano la testa del girone grazie al poker sulla Bulgaria. Neeskens realizza una doppietta su rigore.

Italia-Haiti 3-1 (gironi): paura iniziale per gli azzurri che subiscono lo storico gol di Sanon, Rivera Benetti ed Anastasi ribaltano il risultato ma gli azzurri torneranno a casa a vantaggio di Argentina e Polonia.

Olanda-Argentina 4-0 (girone finale): sotto la pioggia torrenziale di Gelsenkirchen gli arancioni polverizzano l'Argentina. Cruyff realizza una doppietta.

Olanda-Brasile 2-0 (girone finale): entrambe a 4 punti, agli olandesi basterebbe un pareggio ma fanno molto di più grazie a Neeskens e Cruyff.

Germania Ovest-Svezia 4-2 (girone finale): a Düsseldorf viene giù un nubifragio da antologia, la Svezia vende cara la pelle ma Overath e Grabowski fanno impazzire i vichinghi svedesi.

Polonia-Germania Ovest 0-1 (girone finale): stessa situazione di Olanda-Brasile, ai padroni di casa è sufficiente un pareggio, i polacchi si scoprono e vengono puniti da Muller a 14 minuti dalla fine.

Germania Ovest-Olanda 2-1 (finale): rigore di Neeskens al 2° minuto (il primo in una finale), rigore di Breitner al 25° ed al 43° Muller segna uno dei suoi tipici gol. Nella ripresa gli olandesi non riusciranno a pareggiare e per i tedeschi è festa. La Germania conquista il suo 2° titolo mondiale.




ARGENTINA 1978

Argentina-Ungheria 2-1 (gironi): botte e calci per la gara inaugurale dei padroni di casa. Luque e Bertoni rimontano l'iniziale gol di Csapo.

Italia-Argentina 1-0 (gironi): Bettega regala all'Italia il primo posto nel girone al termine di una fantastica azione corale.

Tunisia-Messico 3-1 (gironi): prima vittoria africana nella fase finale di un mondiale, Kaabi Gommidh ed il terzino Dhouieb rendono inutile il rigore di Vazquez Ayala.

Germania Ovest-Messico 6-0 (gironi): i messicani entrano in campo con la bandiera argentina per attirare le simpatie del pubblico, ma la Germania è superiore e chiude il set sul 6-0.

Brasile-Austria 1-0 (gironi): ai verdeoro serve una vittoria per passare il turno, ci pensa Roberto al 40°. Sconfitta indolore per gli austriaci che chiudono al primo posto.

Perù-Scozia 3-1 (gironi): si rivede Cubillas che realizza la doppietta decisiva negli ultimi 20 minuti. Il mondiale della Scozia sarà in salsa amara per alcune questioni di doping.

Scozia-Olanda 3-2 (gironi): agli scozzesi serve una vittoria con 3 gol di scarto per passare. Al 68° Gemmill realizza il 3-1 ma 3 minuti più tardi Rep chiude i giochi.

Germania Ovest-Olanda 2-2 (girone finale): rivincita del 1974, pareggio che alla fine premierà l'Olanda.

Olanda-Italia 2-1 (girone finale): entrambe a 3 punti ma per la miglior differenza reti agli Orange basta il pari. Parte bene l'Italia grazie ad un'autorete di Brandts, ma due missili proprio di Brandts e Haan mandano l'Olanda alla finale del Monumental.
      
                    


Argentina-Brasile 0-0 (girone finale): una storica rivalità si risolve in una poco spettacolare partita, ruvida e tesa. Tutto si deciderà nell'ultimo turno.

Brasile-Polonia 3-1 (girone finale): il Brasile gioca prima dell'Argentina, vince 3-1 grazie ad una doppietta di Roberto, condannando l'Argentina a vincere con 4 gol di scarto.

Argentina-Perù 6-0 (girone finale): partita dai mille sospetti, il portiere peruviano Quiroga è di origine argentina, gli viene imputato lo scarso impegno. Sta di fatto che Kempes e soci raggiungono l'Olanda alla finale di Buenos Aires.

Argentina-Olanda 3-1 (finale): Nanninga pareggia all'82° il gol di Kempes portando la sfida ai supplementari, dove ancora Kempes (105°) e Bertoni (116°) regalano al popolo biancoazzurro la prima vittoria mondiale. Passarella alza la coppa in un clima surreale.
                  
                 



SPAGNA 1982

Italia-Camerun 1-1 (giorni): storico pareggio per gli africani che con M'Bida impattano il gol di Graziani realizzato 1 minuto prima.

Germania Ovest-Algeria 1-2 (gironi): clamorosa débâcle dei tedeschi al Molinon di Gijón dove Madjer e Bleooumi rendono inutile il gol di Rumenigge.

Algeria-Cile 3-2 (gironi): altra importante vittoria per la nazionale maghrebina che però uscirà per la peggior differenza reti a favore di Germania Ovest ed Austria.

Germania Ovest-Austria 1-0 (gironi): è sufficiente un gol di Hrubesch al 10° per qualificare entrambe le squadre.

Argentina-Belgio 0-1 (gironi): clamorosa sconfitta dei campioni del mondo in carica, il 23enne Vandenbergh decide la sfida con un preciso tiro al 62°.

Ungheria-El Salvador 10-1 (gironi): record di reti segnate da una singola squadra in una fase finale di un mondiale. Kiss e Szentes realizzano 2 gol in meno di 1 minuto.

Inghilterra-Francia 3-1 (gironi): partita tesa per qualche carica degli hooligans, all'iniziale vantaggio di Robson dopo 25 secondi replica Soler, ma nella ripresa ancora Robson e poi Mariner liquidano la Francia.

Francia-Kuwait 4-1 (gironi): nulla di strano, se non che sul 3-1 viene annullato un gol a Giresse per un fischio partito dagli spalti. A risolvere la controversia scenderà in campo niente meno che il presidente della Federcalcio kuwaitiana Al Ahmed Al Sabah, fratello dell'Emiro Fahd. Passerà alla storia anche il gol di Al Buloushi.
               
                   


Spagna-Honduras 1-1 (gironi): esordio amaro per la nazionale di casa che non va oltre il pareggio contro il modesto Honduras.

Spagna-Irlanda del Nord 0-1 (gironi): la sconfitta relega la Spagna al secondo posto e viene inserita, nel turno successivo, in un girone a 3 contro Germania Ovest ed Inghilterra.

Brasile-Scozia 4-1 (giorni): bellissimo il gol di Narey che apre le danze, ma Zico, Oscar, Eder e Falcao fanno impazzire la malcapitata Scozia soprattutto nella ripresa.

URSS-Nuova Zelanda 3-0 (gironi): fa paura anche la formazione sovietica che liquida i kiwi grazie a Gavrilov, Blochin e Baltacha.

Polonia-Belgio 3-0 (secondo girone): una tripletta di Boniek regala i 2 punti ai polacchi che termineranno al primo posto dopo lo 0-0 contro l'URSS.

Germania Ovest-Spagna 2-1 (secondo girone): sconfitta che condanna la Spagna a cui servirà un miracolo nell'ultima partita contro l'Inghilterra.

Inghilterra-Spagna 0-0 (secondo girone): 3 vittorie e 2 pareggi non sono sufficienti agli inglesi a cui serviva una vittoria. Davvero un finale clamoroso. In semifinale ci va la Germania.

Italia-Argentina 2-1 (secondo girone): Tardelli e Cabrini portano punti all'Italia, a nulla serve il gol di Passarella a 7 minuti dalla fine.

Argentina-Brasile 1-3 (secondo girone): l'Argentina non è più quella del 78, il Brasile è più unito e volitivo. Viene espulso Maradona per un brutto fallo su Joao Batista.

Italia-Brasile 3-2 (secondo girone): partita memorabile, giocata benissimo da entrambe le squadre, Paolo Rossi realizza la tripletta che vale la semifinale.

                  


Francia-Irlanda del Nord 4-1 (secondo girone): le doppiette di Giresse e Rocheteau danno alla Francia il biglietto per la semifinale contro la Germania.

Italia-Polonia 2-0 (semifinale): è ancora Paolo Rossi a trascinare gli azzurri con una doppietta che vale la finale di Madrid.

Germania Ovest-Francia 8-7 (semifinale): è la prima sfida che viene decisa ai calci di rigore. 1-1 nei 90 minuti, nei supplementari succede di tutto, avanti la Francia 3-1 con Tresor e Giresse, Rumenigge e Fischer impattano in 6 minuti. dagli 11 metri fatali gli errori di Six e Bossis. Hrubesch segna il rigore della finale.

Italia-Germania Ovest 3-1 (finale): Cabrini sbaglia un rigore nel primo tempo ma gli azzurri sono più forti. Nella ripresa Rossi, Tardelli ed Altobelli fanno impazzire di gioia l'Italia. Per gli azzurri è il 3° trionfo.

                  



MESSICO 1986

Argentina-Italia 1-1 (gironi): Altobelli e Maradona i marcatori, l'Argentina chiude il girone al primo posto, Italia seconda.

Belgio-Messico 1-2 (girone): Quirarte e Hugo Sanchez regalano lo storico successo alla nazionale di casa.

Canada-Francia 0-1 (girone): contro i semiprofessionisti canadesi arriva la vittoria per il rotto della cuffia. Decide Papin ad 11 minuti dalla fine.

Danimarca-Uruguay 6-1 (girone): pesante scoppola subita dai sudamericani. I danesi sono una lieta sorpresa, si mette in luce Preben Elkjaer-Larsen con una tripletta.

Inghilterra-Polonia 3-0 (gironi): tripletta di Lineker che qualifica l'Inghilterra a scapito dei polacchi.

Portogallo-Marocco 1-3 (gironi): storica la vittoria dei rossi marocchini che conquistano la testa del girone. Si segnala la doppietta di Abderrazak Khairi.

Messico-Bulgaria 2-0 (ottavi di finale): vola ai quarti il Messico grazie alle reti di Negrete e Servin.

URSS-Belgio 3-4 (ottavi di finale): Demol e Claesen rimontano nei supplementari il momentaneo 3-2 sovietico di Bjelanov (tripletta).

Italia-Francia 0-2 (ottavi di finale): gli azzurri salutano il mondiale sotto i colpi di Platini e Stopyra.

Danimarca-Spagna 1-5 (ottavi di finale): la Danimarca viene ridimensionata da un poker di Butragueno, imprendibile per la difesa danese.

Brasile-Francia 4-5 (quarti di finale): sfida che si decide ai rigori, è decisivo quello di Luis Fernandez. La Francia è in semifinale per il secondo mondiale consecutivo.

Germania Ovest-Messico 4-1 (quarti di finale): altra sfida che si decide ai rigori. Il Messico ne sbaglia 2 su 3 e la Germania raggiunge la Francia.

Argentina-Inghilterra 2-1 (quarti di finale): "la mano de dios", Maradona segna di mano al 51°, vedono tutti tranne l'arbitro Bennaceur. 3 minuti dopo Maradona segna il gol più bello della storia dei mondiali.

                   
Francia-Germania Ovest 0-2 (semifinale): è ancora la Germania ad avere la meglio sulla Francia. Brehme e Voller qualificano i tedeschi alla finale dell'Azteca.
Argentina-Belgio 2-0 (semifinale): doppietta di Maradona, per l'Argentina è la terza finale della storia.
Argentina-Germania Ovest 3-2 (finale): Brown e Valdano portano avanti l'Argentina di 2 gol ma Rumenigge e Voller pareggiano tra il 74° e l'80°. E' Burruchaga lanciato a tu per tu con Schumacher a decidere la sfida al minuto 83. Per la Seleccion è il secondo trionfo.




ITALIA 1990

Italia-Austria 1-0 (gironi): gli azzurri sembrano patire l'esordio in casa, la sblocca Schillaci con un colpo di testa al minuto 78.

Italia-Cecoslovacchia 2-0 (gironi): una perla di Roberto Baggio nella ripresa qualifica l'Italia al primo posto.

Argentina-Camerun 0-1 (gironi): nella gara inaugurale del mondiale giocata a Milano arriva subito la sorpresa Camerun che grazie ad un gol di Omam-Biyik gela il popolo argentino complice l'errore di Pumpido. Gli africani chiuderanno la gara in 9.

                  

Argentina-URSS 2-0 (giorni): altro mani di Maradona non visto stavolta su un calcio d'angolo per i sovietici, proteste vane. Troglio e Burruchaga portano in cascina i 2 punti.

Camerun-Romania 2-1 (gironi): la doppietta di Milla varrà il primo posto nel girone nonostante la sconfitta nell'ultima gara.

Brasile-Scozia 1-0 (gironi): Muller segna ad 8 minuti dalla fine e regala al Brasile la testa del girone.

Svezia-Costa Rica 1-2 (gironi): altra sorpresa, questa volta a Genova. Il Costa Rica sotto di 1 gol fino ad un quarto d'ora dalla fine, ribalta con Flores e Medford. Sono i gol che valgono la storica qualificazione agli ottavi di finale.

Germania-Jugoslavia 4-1 (gironi): autentica lezione di calcio dei tedeschi che rifileranno anche 5 gol agli Emirati Arabi prima del pareggio con la Colombia.

Corea del Sud-Spagna 1-3 (gironi): tripletta di Michel che regala alla Spagna la qualificazione agli ottavi di finale.

Corea del Sud-Uruguay 0-1 (gironi): il gol di Fonseca al 90° manda gli uruguagi a giocarsi l'ottavo di finale contro l'Italia.

Olanda-Egitto 1-1 (gironi): un ottimo Egitto blocca gli orange sull'1-1, dopo il vantaggio di Kieft pareggia Abdelghani su rigore a 7 minuti dalla fine.

Irlanda-Olanda 1-1 (gironi): il gol di Quinn pareggia quello di Gullit. Irlanda seconda per sorteggio ed Olanda costretta a giocarsi l'ottavo di finale contro la Germania.

Camerun-Colombia 1-1 (ottavi di finale): tutto nei supplementari, una follia di Higuita spiana la strada al Camerun. A nulla serve il gol di Redin al 115°.

Brasile-Argentina 0-1 (ottavi di finale): è sempre una sfida molto sentita, la sbocca Caniggia al minuto 80 dopo un'azione sontuosa di Maradona.

                   


Olanda-Germania 2-1 (ottavi di finale): partita tesa, Rijkaard sputa addosso a Voller. Klinsmann e Brehme risolvono la pratica.

Irlanda-Romania 5-4 (ottavi di finale): dopo lo 0-0 dei 120 minuti, fatale l'errore di Timofte che condanna i romeni. Per l'Irlanda è un risultato storico.

Spagna-Jugoslavia 1-2 (ottavi di finale): Stojkovic e Salinas in 5 minuti, è poi lo stesso fantasista jugoslavo a risolvere dopo 2 minuti dei supplementari.

Inghilterra-Belgio 1-0 (ottavi di finale): quando tutto sembra doversi decidere ai tiri dal dischetto, un tiro deviato di Platt regala agli inglesi i quarti al minuto 119.

Italia-Irlanda 1-0 (quarti di finale): decide tanto per cambiare un gol di Schillaci dopo una non felice respinta di Bonner.

Argentina-Jugoslavia 3-2 (quarti di finale): nessuna rete in 120 minuti, si sbagliano tanti rigori, quello di Hadzibegic rispedisce a casa gli jugoslavi.

Inghilterra-Camerun 3-2 (quarti di finale): il Camerun non molla, a 7 minuti dalla fine è avanti 2-1, poi segna Lineker su rigore e lo stesso attaccante la decide al 105° ancora dal dischetto.

Italia-Argentina 4-5 (semifinali): avanti ancora con Schillaci, un'uscita fuori tempo di Zenga permette a Caniggia di impattare. Sbagliano dal dischetto Donadoni e Serena. L'Argentina è in finale.

Germania-Inghilterra 5-4 (semifinali): altro giro, altra lotteria dei rigori. Brehme e Lineker segnano nei 90 minuti, Pearce e Waddle falliscono dagli 11 metri e per la Germania si aprono le porte della finale di Roma.

Germania-Argentina 1-0 (finale): partita poco spettacolare decisa da un dubbio rigore su Voller a 6 minuti dalla fine. Calcia Brehme che regala la terza affermazione mondiale alla nazione tedesca.

                 


Finisce qui la seconda puntata delle nostre curiosità mondiali, ci vediamo tra 2 giorni per il terzo ed ultimo episodio.

FINE SECONDA PARTE



Matteo Maggio


Nessun commento:

Posta un commento